le idee > news > Riduci il rischio, proteggiti!
PDNews 28 NOVEMBRE 2019
Riduci il rischio, proteggiti!

Riduci il rischio, proteggiti!

Giornata Mondiale contro HIV e AIDS. Al via la nostra campagna informativa "U=U"

di La redazione

Per la 31° Giornata Mondiale contro HIV e AIDS (1° dicembre) abbiamo deciso di lanciare un messaggio forte e chiaro: U=U.
U=U sta per “Undetectable = Untrasmittable”, ossia che le persone con HIV sotto trattamento,
 con carica virale non rilevabile (ovvero senza virus che circola sul sangue) non possono trasmettere il virus, nemmeno con rapporti non protetti
Una rivoluzione, una scoperta scientifica che dovrebbe essere sulla bocca di tutti, invece non è così. Disinformazione, paura, pregiudizi, discriminazione, silenzio e tabù, i migliori amici del virus, sono ancora oggi all’ordine del giorno.
Quando invece dovremmo dire tranquillamente che si tratta di una condizione che, se diagnosticata in tempo e trattata con i farmaci corretti, è ormai cronica, non mortale. Anni di paura e disinformazione, campagne informative scorrette, o completamente assenti, compresi i tabù della sfera sessuale nel nostro Paese, hanno portato alla situazione odierna: sempre più giovani, soprattutto maschi eterosessuali, contraggono l’infezione. Questo anche per l’uso scorretto o nullo del preservativo, ancora troppo costoso e non pubblicizzato adeguatamente.
Anche i tagli da parte della Sanità regionale, come qui in Regione Lombardia, hanno ridotto l’accesso ai centri per le Infezioni Sessualmente Trasmissibili dove è possibile fare i test in completo anonimato. Meno personale, meno giorni di apertura, meno pazienti.

Noi vogliamo parlare di HIV e agire nelle istituzioni, nel nostro partito e nella società affinché più persone possibili sappiano le tante verità su questo tema, sempre troppo taciuto. Lo dobbiamo alle persone che vivono con hiv vittime di stigma e discriminazione, di ieri e di oggi.

 

Per prima cosa parliamo di come proteggersi

 

L'uso corretto del preservativo unito al lubrificante è il metodo classico e più efficace a prevenire il contatto con il virus HIV e di altre IST (Infezioni sessualmente trasmissibili). Ma esistono anche altri strumenti per proteggersi da Hiv: 

 

- la PrEP (profilassi pre-esposizione) che consiste nell'assunzione di medicinali per prevenire l'infezione. Dal 2016 le autorità europee hanno approvato l'uso di questo generi di farmaci ma spetta ad ogni singolo Paese Ue attivarne l'utilizzo. In Italia (a differenza per esempio della Francia) il sistema sanitario non copre le spese e occorre la prescrizione di un infettivologo. A Milano è attivo lo sportello PrEP creato e gestito da Milano Check Point; 
 
 
- la PEP (profilassi post esposizione) è un trattamento terapeutico in base a cui la persona che ritiene di aver appena corso un alto rischio (rottura preservativo e/o rapporti sessuali non protetti) può richiedere alle strutture sanitarie (come il Pronto soccorso). Va assunto entro e non oltre le 48 ore dal rischio e la terapia dura un mese; 
 
- la TasP (terapia come prevenzione) è la terapia antiretrovirale efficace nelle persone già con HIV e riduce quasi a zero la loro possibilità di trasmettere il virus, anche senza l'uso del preservativo. Questo se ci sono determinate condizioni: la persona con HIV deve essere in terapia ed esserne "aderente" (ovvero prendere tutte le pillole regolarmente), la viremia deve essere "non rilevabile" da almeno sei mesi, la persona HIV positiva deve fare i propri controlli della viremia regolarmente, non devono esserci, nella persona HIV positiva o nel suo partner, altre infezioni sessualmente trasmissibili. Alcune IST, infatti, possono aumentare la viremia anche "localizzata" nella persona HIV positiva o possono facilitare l'ingresso per la persona HIV negativa.
 
 
Questi sono i principali e i più efficaci metodi per la tua difesa, scegli quello che preferisci ma proteggiti.